PAPA FRANCESCO TORNA NEL SALENTO?

Era Aprile del 2018, circa due anni fa, quando il Santo Padre a bordo del suo elicottero in partenza da Alessano, dove aveva fatto visita alla tomba di Don Tonino Bello e sorvolando il santuario di Santa Maria di Leuca, dichiarò pubblicamente: “Avete il mare di un azzurro, che è il più bello del mondo”. E di questo sinceramente noi andiamo fieri ed è con Orgoglio che ringraziamo il nostro Papa e lo invitiamo a tornare, soprattutto dopo che qualche vocina uscita dalle mura sacre di Roma, ce l’ha fatto pensare.

Portare all’onore degli altari qualcuno significa impegnare la Chiesa, dando a ciascun membro di essa un modello a cui guardare, un modello da imitare e chi se non DON TONINO, è l’uomo giusto da seguire con gli esempi che ha dato in vita? Per la fase della beatificazione, dovrà essere riconosciuto un miracolo attribuito all’intercessione del Venerabile.

Anche per questo si dovrà procedere con apposita inchiesta diocesana supportata da una commissione di medici, al termine della quale, se affermativa, il Papa proclamerà il Beato, stabilendo una data della memoria nel calendario liturgico, ed è questo il miracolo a cui forse crediamo tutti e cioè al ritorno di Papa Francesco nel nostro territorio per beatificare un uomo, umile come la sua gente, quella del Salento.