TRENO ESPRESSO 969 LECCE MILANO C.le

Quando si partiva in treno il sabato sera per la classica trasferta del Nord Italia…Treno Speciale lo chiamavano che poi detto tra noi era il treno espresso 969 Lecce-Milano Centrale quello che fermava ovunque in poche parole ecco perche’ era cosi’ speciale…ti davano l’ultimo vagone, in quel periodo da Lecce partivano in pochi quindi bastavano un paio di poliziotti da compagnia e via 13 ore no stop …ad ogni fermata saliva qualcuno che si univa alla comitiva…

Ricordo la mia prima trasferta a Cremona…da Lecce in 40 in treno, quell’anno arrivammo terzi e salimmo in A con la Cremonese e Pescara credo….insomma da 40 a Cremona arrivammo che eravamo 2500 ,naturalmente con l’aggiunta di coloro che erano al nord per lavoro, Studio eccetera…La partita per la cronaca fini’ 2-0 con marcatori Tentoni-Dezotti ma va bene uguale,ricordo che tirai una stilo a Galderisi zona bandierina la mia prima marachella ….Quelli della Cremonese ci chiamavamo Africani, Albanesi, qualcuno addirittura ebrei, beata ignoranza …Fu proprio per questo motivo che da li a poco comparve il mitico striscione ” AFRIKA SBALLATA ” la giusta risposta alle continue, chiamiamole offese ogni santa domenica a prescindere dallo stadio ,al nord era cosi’.In quel frangente ero con gli SKAPIGLIATI. Da Gagliano in quella occasione andai solo in trasferta, per me cosa nuova, situazione mai vissuta in quegli anni poi…All’interno dello stadio Zini trovai Giorgio Ciardo e Pasquale Lallo….quando mi vide disse testuali parole …ma tie nu si de Cajanu? Si…hai deciso di seguire le sorti del Lecce anche in trasferta ? Si perche’ no,mi piacerebbe tanto….Allora caro Valerio ricordati queste parole…Tifare Lecce e’ sacrificio, col Lecce ogni partita sara’ dura, soffrirai fino alla”ultimo minuto ogni santa partita, perche’ partite facili e scontate non ce ne saranno….e’ sempre così …e cosi’ fu…Sante parole…💛❤️ correva l’anno 18-4-93 〽️

Valerio Ciaci