Gravina-in-Puglia

Gravina in Puglia

Cari amici oggi siamo a Gravina in Puglia.

Gravina in Puglia è un comune italiano di circa 43.000 abitanti in provincia di Bari.

È situata tra il pre-Appennino lucano e la Murgia e confina con la Basilicata.

La vegetazione è varia e comprende molte specie tra cui interminabili uliveti, vigneti e piantagioni di grano.

Molto caratteristico è il “bosco comunale Difesa Grande” che si estende per circa 2.000 ettari ed accoglie al suo interno una flora e una fauna molto varie.

Il clima è tipicamente mediterraneo con inverni miti ed estati calde.

Papa Benedetto XIII nacque proprio a Gravina in Puglia che è molto conosciuta per le sue numerose chiese scavate nella roccia.

Cosa visitare a Gravina in Puglia

La principale attrazione turistica della città è il “canyon della Gravina”.

Interessante è sapere che le gravine sono nate da corsi d’acqua, che nel corso dei millenni hanno scavato il terreno fino a creare delle grosse insenature.

Attualmente all’interno di queste insenature scorre il torrente che è sempre stato un’importante risorsa idrica per la città che si è sviluppata attorno ad esso.

Ci sono moltissimi siti rupestri che possono essere visitati: ampi ambienti, chiese, santuari, grotte.

Percorrendo le stradine del centro storico ci imbattiamo in Palazzi ed edifici storici monumentali. Il più significativo è il Palazzo Ducale Orsini, in Piazza della Repubblica.

La famiglia Orsini ha governato a Gravina per cinque secoli e l’ha arricchita di numerose e importanti strutture e opere d’arte.

Un altro palazzo molto importante è quello Vescovile, situato in Piazza Benedetto XIII ed edificato nel IX secolo d.C.

In seguito ad un crollo fu ricostruito nel XVI secolo e subì numerose modifiche nei secoli successivi.

Affascinanti sono i musei: Il Museo e Biblioteca della Fondazione Ettore Pomarici Santomasi, il Museo Laboratorio della Civiltà Contadina e degli Antichi Mestieri, il Museo Civico Archeologico ed il Museo Capitolare di Arte Sacra.

A Gravina in Puglia ci sono Palazzi o ville generalmente costruiti con una pietra calcarea locale chiamata tufo ricavata da scavi nel terreno.

Alcuni dei più celebri palazzi sono: sono il Palazzo Capone-Spalluti, il Palazzo Calderoni-Martini, la Villa D’Ecclesis, il Palazzo La Caccia, il Palazzo Popolizio e il Palazzo Lettieri.

Molti dei palazzi presenti sono ben tenuti e restaurati ma alcuni sono purtroppo in stato di abbandono.

Tra chiese storiche e cunicoli sotterranei

La città possiede molte chiese storiche. La Cattedrale, costruita nel 1065, fu quasi completamente distrutta dal terremoto del 1456 ed in seguito ricostruita.

Vale la pensa visitare inoltre le numerose chiese storiche: la chiesa di Santa Sofia, San Nicola, Mater Grazia, Sant’Agostino, San Domenico, Santa Lucia, San Giovanni Battista, Santa Maria delle Domenicane, San Felice, Madonna della Grazia, San Francesco, San Sebastiano, all’Addolorata e a Santa Maria del Suffragio.

Tappa obbligatoria è Gravina Sotterranea: un insieme di cantine, cisterne, chiese rupestri, recuperate e arredate così com’erano in origine che oggi è possibile visitare grazie a dei percorsi guidati.

Ci sarebbe molto ancora da dire anche per parlare delle feste e degli eventi.

Ci riserviamo di approfondire questo articolo tramite una lunga serie di pubblicazioni periodiche che dedicheremo a questo meraviglioso ed affascinante posto.

Potrebbe interessarti anche
Beccati a scaricare rifiuti

Ancora abbandono di rifiuti. Apprendiamo da Ansa che i Carabinieri ...

Montesardo: un piccolo borgo con una grande storia

Montesardo è una frazione del comune di Alessano di circa ...

Salento: la strada in salita che sembra in discesa

Vi è una strada in una città a nord del ...

La storia di Lecce

La storia di Lecce inizia in un'epoca antecedente a quella ...

Albano Carrisi: le tenute

Oggi vi parleremo di un luogo magico, ovvero, una Tenuta ...

La Madonna dell’Uragano

Oggi siamo a Cocumola per raccontarvi una storia datata ma ...

Il parco Sidereus: come vedere le stelle nel Salento

Realizzato senza un singolo centesimo di finanziamenti pubblici, il Parco ...

Grotta dei Cervi

Il 1° febbraio del 1970 è sicuramente una data da ...

Il castello Angioino di Gallipoli

Il castello di Gallipoli, circondato quasi completamente dal mare, si ...

Lascia un commento