Lucio Battisti e il Salento

Forse non tutti sanno che… tanti anni fa in un angolo del Salento nascevano alcune delle canzoni più celebri della musica leggera italiana.

Fu a Torre Squillace che Battisti e il suo amico Mogol ispirati dalla calda estate Salentina e la limpidezza del suo mare, scrissero “Acqua azzurra acqua chiara” e “la canzone del sole”.

Era il lontano 1967 quando i due artisti, grazie all’amico Adriano Pappalardo si innamorarono di questo posto di mare e decisero di comprare una villa qui.

Torre Squillace era il luogo ideale per i due artisti per comporre, perché lontano dal traffico di città e in pieno relax. La Torre denominata “Scianuri” nel dialetto locale, appartenente al comune di Nardò, è situata a pochi passi da Porto Cesareo e sant’Isidoro. Edificata per volontà di Carlo V, fu costruita per difendere le popolazioni residenti dai continui attacchi da parte dei pirati.

La villa di 400 mq, in cui nacque uno studio di registrazione fu frequentata fino al 1973, fin quando quella che fu una zona tranquilla si trasformò in un luogo molto frequentato a causa degli abusi edilizi e quindi delle numerose abitazioni che nacquero in seguito.

Potrebbe interessarti anche
Don Tonino Bello

Nato ad Alessano (Lecce) il 18 marzo 1935, Antonio Bello ...

Si vive una vola sola

"Abbiamo percorso più di 1500 km su e giù per ...

Dal Salento a Roma. I pasticciotti arrivano alla Stazione Termini

È con estremo orgoglio che riportiamo questo articolo del Gambero ...

Auguri Ermanno!

Auguri Ermanno! Tutto lo staff di Orgoglio Salentino fa i ...

Uccio Aloisi

Uccio Aloisi (Cutrofiano, 1 ottobre 1928 – Cutrofiano, 21 ottobre ...

L’amicizia. .. quella vera!

Un'amicizia, soprattutto per noi gente del Sud significa vivere e ...

I Negramaro

I Negramaro il cui nome deriva da un vitigno del ...

Che fine ha fatto Richard Gere?

Ma che fine ha fatto l'ufficiale gentiluomo Richard Gere? Si ...

Antonio Montinaro: il Salentino morto nella strage di Capaci

Antonio Montinaro (Calimera, 8 settembre 1962 – Capaci, 23 maggio ...

2 commenti su “Lucio Battisti e il Salento”

  1. Dal racconto di Natale Massara nel libro di Luciano Ceri (Lucio Battisti una discografia commentata, coniglio editore 2008) si evince che il primo incontro tra Pappalardo e Battisti e Mogol fu nel 71 a Milano. Quindi non può aver segnalato la zona nel 67. Altre fonti dicono che l’acquisto fu di Mogol, Battisti andava solo per vacanza o scrivere insieme a Mogol.

    Rispondi
  2. Da dichiarazioni di Mogol il testo della Canzone del Sole si riferisce al mare di Silvi Marina dove dove egli da ragazzo andava al mare con la famiglia, mentre la ragazza con le bionde trecce e le calzette rosse era una sua coetanea che per anni frequentò lo stesso posto balneare .

    Rispondi

Lascia un commento